LA DIFFERENZA TRA TEST RAPIDI E SIEROLOGICI


Il test sierologico, a differenza del tampone, serve ad individuare i soggetti che sono entrati in contatto con il virus, e non sostituisce in alcun modo il tampone naso-faringeo.
Si tratta di uno strumento particolarmente valido e di facile lettura per indagini preliminari.
La ricerca di anticorpi IgG, oltretutto, può dare informazioni sul numero di pazienti che hanno contratto il Coronavirus e sono guariti: in questo caso i soggetti risultano negativizzati al tampone naso-faringeo, in quanto l'infezione è stata risolta.
Il test sierologico non può però essere utilizzato da solo come protocollo anticontagio poiché non in grado di rilevare se il paziente ha contratto il virus in un lasso di tempo recente.
Il tampone, invece, rileva direttamente la presenza del virus al momento stesso dell'esecuzione, ed è l'unico strumento attendibile per una valutazione diagnostica.
I test sierologici, invece, mettono in evidenza la risposta del sistema immunitarioall'infezione da COVID-19. È importante sottolineare che i test immunologici non rivelano in alcun modo la contagiosità dell'individuo.